In futuro, Apple potrebbe rilasciare un Apple Watch modulare

In futuro, Apple potrebbe rilasciare un Apple Watch modulare

L’Apple Watch è uno dei dispositivi indossabili più popolari disponibili, in parte grazie al suo design elegante e compatto e alle sue funzionalità. Tuttavia, il piccolo dispositivo è costruito in modo tale da rendere difficile l’aggiunta di nuove funzionalità, lasciando agli utenti l’aggiornamento dell’intero dispositivo se desiderano nuovi elementi.

In una domanda di brevetto intitolata “Sistema modulare per orologi” e pubblicata dall’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti, rivela come un giorno Apple potrebbe offrire agli utenti la possibilità di scambiare e sostituire i moduli sul proprio Apple Watch per modificarne la funzionalità.

Apple Watch

Piuttosto che consentire agli utenti di aprire l’Apple Watch, Apple suggerisce l’uso di una varietà di moduli che possono essere collegati al retro del dispositivo. Ciò aiuta effettivamente a eliminare qualsiasi possibilità che l’Apple Watch stesso perda la sua capacità di resistenza all’acqua.

Sarà possibile montare il modulo sul retro dell’Apple Watch, collegato da una varietà di meccanismi diversi. Posizionando sul retro, il modulo sarà tenuto in posizione dalla tensione dell’orologio tirato dal cinturino contro il polso dell’utente, contribuendo a fissare ulteriormente il componente aggiuntivo. Si menziona anche una possibile “tenuta stagna“, che potrebbe aiutare a mantenere l’integrità degli elementi tra il modulo e l’orologio.

Apple Watch

Per consentire ai nuovi componenti di offrire funzionalità extra all’Apple Watch, devono esserci collegamenti in cui il modulo possa comunicare apertamente o trasferire energia elettrica con il corpo principale. Ciò potrebbe avvenire tramite l’uso di un perno pogo, un perno caricato a molla che può fornire pressione contro una piastra per stabilire una connessione fisica.

Apple presenta numerose domande di brevetto su base settimanale, ma mentre l’esistenza di un brevetto indica aree di interesse per gli sforzi di ricerca e sviluppo della società, non vi è alcuna garanzia che i concetti appaiano in un prodotto o servizio futuro.

 

 

Leggi l'intero articolo su iSpazio